CHI SONO

Sono INTERIORmente.

E nasco una domenica pomeriggio d’autunno,
insieme ai primi freddi e alle foglie al vento.

Sono frutto del tempo passato a giocare con le parole,
e a preferire quelle composte.

Più mio di così, non avrei potuto trovare nessun nome.

Ed è così che ho deciso di presentarmi.
E firmare le mie cose.
Quelle che più mi appartengono,
almeno quanto mi appartiene il mio nome.